EventiOggi.net

LET'S RAIN - Panem Et Circenses a cura di Silvia Petronici

via Solferino 33/a
Bologna
Il C A C C A
Bologna (BO)
Tel 2017-12-15
Categoria Arte e Cultura


LET'S RAIN è un progetto di arte pubblica partecipata finalizzato a far piovere concepito con modalità site and audience specific che è nato a partire da un’esperienza del tutto particolare condivisa dagli artisti del collettivo Panem Et Circenses e dalla curatrice di arte contemporanea Silvia Petronici con due donne di Medicina maori, Erena Rangimarie Rere Omaki e Sam Manawa Anna Maria Sartori. L’attivazione di tutto il progetto è stato, infatti, un seminario dal titolo "Acqua che nutre" nel quale con la guida delle due sciamane un gruppo di venti persone, operando a contatto con la Terra nei più diversi modi, ha fatto piovere. Letteralmente e anche simbolicamente. La pioggia manca non solo nella sua sostanza fisica, come fenomeno meteorologico ma il suo valore manca nella coscienza delle persone.

Manca nella loro vita, nei gesti quotidiani e nelle visioni del futuro. I cambiamenti del clima e la scarsità dell’acqua alle nostre latitudini invitano a cercare soluzioni per sviluppare una maggiore resilienza. L’arte, in particolare nella sua declinazione di arte pubblica site and audience specific, può essere uno strumento di questa ricerca e può esserlo soprattutto perché apre a dinamiche collettive e perché fonda la sua pratica sul rispetto, l’osservazione e l’ascolto. In questo senso, l’arte, così concepita e praticata, ricorda molto da vicino la pratica sciamanica e il suo fondarsi sull’esperienza della connessione di tutto il vivente e del legame intrinseco con l’ambiente vitale. La pioggia sintetizza, anche a livello simbolico, il contatto tra il cielo e la terra, mostra con evidenza l’esistenza di una connessione continua tra tutto ciò che esiste e che, in quanto connesso, si riproduce, muta ed evolve. La progressiva disconnessione dovuta alla scarsità di pioggia è un pericolo, sul piano materiale, senz’altro, perché può generare una conseguente scarsità di cibo, ma anche sul piano simbolico e spirituale perché può generare una perdita del legame con il tutto che ci circonda, con la terra madre, con gli elementi di cui essa si compone e che sono ciò che noi stessi siamo. Facciamo piovere, lasciamo piovere ovvero creiamo le condizioni affinché possa piovere. Condizioni esistenziali nelle scelte e nei gesti della nostra vita ma anche condizioni culturali nella coscienza collettiva delle comunità che abitano la terra. La prima azione collettiva di LET’S RAIN è stata realizzata domenica 12 novembre a Ca’ Inua nel comune di Marzabotto (Bo) e questa è la mostra relativa, aperta al pubblico, nella quale artisti e curatrice saranno presenti e disponibili allo scambio di opinioni e racconti sull’esperienza con chi l’ha vissuta in prima persona e con chi non c’era. LET’S RAIN intende proseguire come ciclo di residenze in diverse sedi europee a diretto contatto con le comunità locali, gli artisti e le istituzioni interessate ai temi della sostenibilità ambientale, dell’acqua e del rapporto ecosintonico tra noi e l’ambiente. LET’S RAIN si svilupperà, dunque, come progetto itinerante in Europa fino a giungere in Nuova Zelanda. www.panemetcircens.es www.silviapetronici.tumblr.com La foto di copertina è di Stefano Maniero

Comments
Quasi 40 persone hanno risposta alla chiamata di Panem Et Circenses e hanno partecipata all'azione collettiva, che si è svolta il 12 novembre a CA' INUA nel comune di Marzabotto, parte del progetto LET'S RAIN. Queste persone si sono incontrate e hanno eretto un tronco di pioppo alto sette metri e mezzo. Perché lo hanno fatto?




Home Page - Privacy Sitemap Copyright © 2017 In EventiOggi.net

Pb