EventiOggi.net

Cohen Jazz Club: Giulio Stermieri Stopping Trio

Via Scarsellini 9
Verona
Cohen Verona
Verona (VR)
Tel 2017-10-12
Categoria Eventi Musicali


Cohen Jazz Club presenta GIULIO STERMIERI STOPPING TRIO in Concerto @ Cohen Giulia Stermieri - pianoforte Giacomo Marzi - contrabbasso Andrea Burani - batteria Cena dalle 20.00 - COMPRESO CONCERTO € 15 (antipasto + primo +acqua +caffè) Concerto dalle 21.30 - SOLO CONCERTO € 10 con consumazione compresa PRENOTAZIONI: 0458949522 whatsapp 3473234011 Bio & Info Giulio Stermieri ha studiato con Alberto Tacchini, Stefano Battaglia, Rozalia Schochmannova. Ha pubblicato due album di sue composizioni con la band jazz-rock “Foursome”, trasmessi da emittenti nazionali e con ottime recensioni dalla stampa di settore. Come sideman ha lavorato in molteplici ambiti del jazz, dal duo alla big band, collaborando con importanti personalità musicali, Andrea Massaria, Edoardo Marraffa, Roberto Bonati, tra gli altri.

Dal 2013 è all’organo Hammond negli “Assassins” di Francesco Cusa, registrando due album ed esibendosi in Italia, Slovenia, Francia e Olanda. Dal 2015 guida lo Stopping Trio a suo nome, con Giacomo Marzi al contrabbasso e Andrea Burani alla batteria. "Il filo rosso c’è e non bisogna nemmeno sforzarsi troppo per notarlo. Una traccia evidente, un marchio, un debito amorevolmente dichiarato nei confronti di Paul Bley. Nume tutelare e spirito guida evocato per un omaggio diretto che sa di inchino profondo. All'uomo, al genio, alla musica, all'impronta lasciata sul Novecento (e oltre). Secolo breve (ma nemmeno poi tanto, jazzisticamente parlando) che il pianista canadese ha attraversato con grazia infinita, reinventando i concetti di spazio e di silenzio applicati all'arte dell’improvvisazione, trasformando la distanza tra il primo e l’ultimo tasto in un universo sconfinato di possibilità. Oltre le etichette, al di là degli ambiti: fuori, attorno e dentro il jazz. Un gigante. Al quale non è semplice accostarsi. Il rischio, nel caso in cui si ecceda in presunzione o non si riesca ad andare oltre l'angosciata deferenza, è di evaporare al contatto (e all'ascolto), di rimanere schiacciati sotto il peso dell'inadeguatezza e delle frustrazioni. Medaglietta luccicante da appuntarsi sul petto e doppia dose di applausi dunque per Giulio Stermieri. Che all'esordio con il suo Stopping Trio, in compagnia di Giacomo Marzi al contrabbasso e Andrea Burani alla batteria, riesce nella piccola grande impresa di trovare una propria credibile dimensione all'interno di un repertorio potenzialmente paralizzante. Una verità, una visione. Senza strafare. Con leggerezza, precisione e incoscienza quanto basta. In un gioco di agganci e rimandi che svela e nasconde, che dice e non dice. Sulle tracce del venerato maestro e della musa Carla Bley, dal passo dinoccolato di “King Korn“ alla straziante “Ida Lupino“, ma finendo inevitabilmente per incrociare i passi di Thelonious Monk, Paul Motian, Ornette Coleman e Cole Porter. Tanto per non farsi mancare niente in fatto di giganti; e tanto per ribadire che il jazz è questione di legami, di dialettica, di tradizione e tradimento. Il filo rosso c’è, adesso sta a voi seguirlo." (Luca Canini, note di copertina)




Home Page - Privacy Sitemap Copyright © 2017 In EventiOggi.net

P6